Come costruire un format per la ristorazione e quali sono le tendenze?

il 23 Agosto 2023 Categoria:

Come avviare un locale di successo con un format per la ristorazione originale

Il mondo della ristorazione in Italia è una realtà solida e in crescita costante. Tuttavia, sono molte le attività che aprono e chiudono nel giro di poco tempo e diverse quelle che registrano affari in calo, perché non sono capaci di adeguarsi alle nuove tendenze di mercato.

Ogni volta che si apre un locale, a fare la differenza, e quindi a determinare il successo dell’attività, è lo studio del format del locale.

Il format per la ristorazione tiene conto delle tendenze di mercato e delle preferenze dei consumatori, per proporre un’offerta in linea con queste. In base alla tipologia di locale cambieranno quindi i piatti proposti nel menù, l’aspetto del locale e persino i prezzi.

Ad ogni tipologia di attività il suo format!

Ristorante elegante, trattoria, fast food: è chiaro che il format per la ristorazione non può essere uno modello standard che va bene per ogni tipologia di locale, ma va studiato ad hoc con l’obiettivo di attirare il maggior numero possibile di clienti.

Bisogna sempre tenere a mente che i clienti si aspettano un ottimo rapporto qualità-prezzo, vogliono mangiare bene e pagare il giusto, ma a incidere sui prezzi del menù è anche il luogo in cui viene servito: se il locale è elegante, accogliente e offre magari un servizio di intrattenimento, gli avventori sono disposti a pagare di più.

Illuminazione, arredo, colori e anche la musica sono tutti elementi che devono essere studiati con cura per definire l’identità del locale e renderlo unico, distinguendolo dalla concorrenza. Determinate è, poi, la definizione di una brand identity dell’attività di ristorazione, associata a valori condivisibili dal target di clienti di riferimento.

Un esempio può essere un ristorante in cui viene servito cibo bio e a km 0, oppure un ristorante vegetariano o, al contrario, un locale in cui viene servita carne di qualità. Ognuno di questi locali si definisce sul mercato per aver scelto un’identità precisa e, come tale, può attirare solo la tipologia di clientela che si rispecchia nell’offerta proposta.

Quanto conta l’aspetto del locale

Anche l’aspetto del locale riflette la brand identity dell’attività. In un fast food l’obiettivo è invogliare i clienti a mangiare velocemente per far posto ai consumatori successivi. Non a caso si prediligono per gli arredi colori come il giallo, il rosso e il blu che trasmettono energia e spesso vi è anche musica di sottofondo abbastanza alta.

Diverso è invece il caso di un ristorante che propone piatti a prezzi più elevati e il cui obiettivo è trattenere più tempo possibile i clienti, magari per consentire loro di degustare un costoso vino. Gli arredi saranno quindi più comodi, le sedute confortevoli, di colori rilassanti, che richiamano le nuance della terra e la musica di sottofondo solo accennata.

Il format per la ristorazione deve quindi tenere conto delle peculiarità dell’attività, valorizzarne i punti di forza, dare coerenza all’identità di brand nella scelta del menù, degli arredi e dei servizi proposti.

Come sviluppare un format per la ristorazione di successo?

Lo sviluppo di un format per la ristorazione parte dallo studio del caso specifico e da dati concreti. Per questo la cosa giusta da fare è affidarsi a professionisti del settore che siano in grado di definire l’identità di brand, le linee guida da seguire e individuare le tendenze del momento e anche quelle future.

Se devi creare un concept da zero per il tuo locale o migliorare quello esistente, puoi rivolgerti ad A.P.R.E. Roma.

Il nostro team di consulenti può seguire tutte le fasi di sviluppo del format, effettuare un’approfondita indagine di mercato, individuare il tuo target di clientela, definire il business plan dell’attività e anche studiare un piano di marketing.

Contattaci per richiedere una consulenza per la ristorazione!

Non è più possibile commentare.