Consulenza per l’apertura di un nuovo ristorante a Roma

il 3 Giugno 2016 Categoria:

Vuoi aprire un ristorante? Scopri quali sono i permessi, le qualifiche e le autorizzazioni necessarie.

Aprire un ristorante è un sogno per molti, dagli chef a chi ama investire oppure sente la passione della buona cucina e, magari, desidera cucinare ogni sera per i propri clienti. Per evitare che il sogno rimanga tale, è fondamentale capire quali sono gli sforzi da compiere per l’apertura di un nuovo ristorante a Roma o nella provincia.

L’attività legata alla ristorazione infatti è abbastanza delicata e regolamentata in maniera ben chiara, dato che presuppone diverse professionalità, una capacità di gestione degli alimenti e dei costi. In ogni caso, se si è convinti di saperlo gestire e si vuole aprire un ristorante .. come fare?

Prima di tutto è bene sapere che ristoranti, birrerie e pub, pizzerie e bar rientrano per legge negli “esercizi di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande”- una categoria disciplinata dal decreto legislativo . 59 del 26 marzo 2010, successivamente modificato dal Dlgs 147/2012.

Autorizzazioni per aprire un ristorante

Tra i vari adempimenti burocratici per l’apertura di un ristorante, ricordiamo che sono necessari diversi permessi da richiedere e notifiche da attivare presso gli uffici predisposti. Prima di tutto, è necessario essere in regola con i requisiti morali e professionali richiesti per l’apertura nuovo ristorante.

In primis, la presenza obbligatoria ad un corso SAB e ad un corso HACCP, così come l’attestazione ai corsi previsti per la tutela della salute e della sicurezza sul lavoro (corsi di Pronto Soccorso e Sicurezza).
Almeno un rappresentante dell’attività dovrà essere in possesso dell‘autorizzazione SAB (Somministrazione Cibi e Bevande), ottenibile seguendo un corso SAB specifico.

Il corso HACCP sostituisce il libretto sanitario tramite il sistema di autocontrollo alimentare, da applicare in ogni fase di preparazione degli alimenti, manipolazione e somministrazione al pubblico. È necessario da parte del gestore del ristorante la stesura di un manuale HACCP che, in caso di omissioni, può rischiare la chiusura del ristorante.

Partita IVA, iscrizione INPS e INAIL

Si può procedere all’apertura di un nuovo bar anche tramite il possesso di Partita IVA come ditta individuale oppure tramite la costituzione di una società. Il singolo o la società, devono comunque aprire una casella di posta elettronica certificata (PEC).
Per l’apertura del nuovo ristorante, è necessario presentare la SCIA allo sportello unico per le attività produttive (SUAP) del Comune di Roma.

La dichiarazione di inizio attività, inviata anche all’Agenzia delle Entrate, sarà seguita dall’iscrizione obbligatoria per titolari e lavoratori, all’INPS (Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale) e INAIL (Istituto Nazionale contro gli infortuni sul lavoro).

Idoneità Sanitaria del ristorante

A livello di adempimenti sanitari è obbligatorio ottenere una autorizzazione sanitaria ASL, che è l’organo preposto a verificare i parametri indicati dalla richiesta e rilasciare l’Idoneità Sanitaria del ristorante.
Tale idoneità della ASL di appartenenza (ASL Roma A, B, etc.) verifica la salubrità del locale, il rispetto della metratura minima tra cucina e sala, la sicurezza della sala cucina e ristorante, etc.

Licenza per la vendita e somministrazione alcolici

Un passo fondamentale per l’apertura ristorante, è quello di chiedere la licenza per la vendita alcolici. Oltre ai vini e birre che accompagnano i pasti, è fondamentale in particolare se si stratta di un locale che funge anche per aperitivi e serate con cocktail bar. Viene rilasciata dall’ufficio tecnico di finanza dell’Agenzia delle Entrate, per la vendita al minuto di alcolici/superalcolici.

Licenza commerciale per l’apertura del ristorante

Per aprire un nuovo ristorante a Roma, è necessario essere in possesso della licenza commerciale, erogata dall’Ufficio Commercio del Comune di Roma.
Bisogna indicare se si è affittuari dello stabile o proprietari, registrare il contratto di locazione negli uffici appositi del Registro ed esplicare le varie pratiche per ottenere la licenza di vendita dei superalcolici. Inoltre, sono necessarie delle pratiche per l’autorizzazione all’esposizione dell’insegna, rilasciata dal Comune di Roma.

Nel caso di concerti dal vivo o diffusione di musica nel ristorante, è bene informarsi circa il pagamento dei diritti d’autore all’Ente SIAE.

La scelta del locale del nuovo ristorante

Inoltre, è necessario rivolgersi ad un esperto nelle procedure di apertura ristoranti e locali pubblici a Roma, per verificare che la destinazione d’uso del locale sia commerciale, nel rispetto delle norme urbanistiche della città.

I locali del ristorante devono contenere, ovviamente, attrezzature e macchinari adeguati all’attività di preparazione e manipolazione alimentare essere adeguatamente grandi, funzionali allo svolgimento dell’attività di ristorazione.
Oltre all’aspetto tecnico, ovviamente anche il marketing ha la sua parte, dato che risulta necessario scegliere il locale per l’apertura nuovo ristorante, in una zona di Roma particolarmente ricca di richiesta oppure in una posizione favorevole all’interno di un’area già molto frequentata.

In ogni caso, è necessaria un’ottima azione di marketing e comunicazione esterna, per far conoscere subito il nuovo locale e il menu del ristorante.
È importante anche valutare prima la presenza di altri ristoranti, dato che sono regolamentate le aperture di nuovi ristoranti nel raggio di varie centinaia di metri.

La consulenza aziendale per l’apertura nuovo ristorante a Roma

Per ottenere un valido supporto sul disbrigo pratiche, consulenze su autorizzazioni, licenze e procedure burocratiche, Apre Roma propone servizi di consulenza per aziende e professionisti in ambito apertura nuove aziende, corsi di formazione, sicurezza sul lavoro, certificazioni HACCP.

Ti supportiamo per l’apertura del tuo ristorante: contattaci!

Nella fase di apertura o start up di una nuova azienda, è sempre consigliata una consulenza aziendale, aggiornata su normative e procedure.
Di seguito puoi trovare tutte le informazioni utili per aprire un ristorante: consigli, autorizzazioni, normative e notizie utili.

Presso la nostra sede di consulenza aziendale a Roma, avrai a tua disposizone un consulente Apre Roma, per ogni dubbio o richiesta sulle tante pratiche per l’apertura del nuovo ristorante. Offriamo vari servizi anche per la gestione del ristorante e di un’attività commerciale – consulenze valide oltre la fase iniziale, sia durante l’avviamento sia per la gestione successiva.

A.P.R.E. Roma, leader nel settore consulenza, vanta un’esperienza pluriennale con i suoi trenta dipendenti e offre una grande opportunità a tutti coloro che vogliano intraprendere il complesso percorso di fare impresa. Mette a disposizione un’assistenza completa, che comprende:

  • Relazione tecnica sull’idoneità dei locali rilasciata da un geometra abilitato e firmata digitalmente;
  • Consulenza costituzione societaria o ditta individuale attribuzione Partita IVA;
  • Iscrizione inps, Camera di commercio e Inail;
  • Contatto con aziende collegate per corso Rec;
  • D.I.A. sanitaria a nome della società/ditta individuale compilata da tecnici competenti;
  • Consulenza contratto di locazione commerciale;
  • Dichiarazione Attività in Deroga rilasciata dalla Provincia di Roma;
  • Invio Scia al Municipio di competenza;
  • Corsi di formazione Haccp e Decr. L.ge 81/08 (sicurezza nei luoghi di lavoro) ove ce ne fosse necessità; solo il costo del corso è escluso e verrà conteggiato a parte.

Presso la nostra sede di consulenza aziendale a Roma, siamo disponibili come supporto per aziende e professionisti, nell’ambito dell’apertura di nuove imprese.

Un nostro responsabile sarà lieto di assistervi: inviateci una richiesta via e-mail a segreteria@apreroma.com oppure contattateci ai recapiti telefonici:

06 4506847 – 06 4511891 – 06 4180349 – Fax 06 4513088

Non è più possibile commentare.