Congedo straordinario handicap

il 3 Giugno 2016 Categoria:

Congedo straordinario handicap – estensione del riconoscimento del diritto

Il congedo straordinario per handicap può essere riconosciuto al familiare o affine entro il 3° grado di parentela.

Il congedo straordinario per handicap può essere riconosciuto al familiare o affine entro il 3° grado di parentela convivente con il disabile, in caso di mancanza in seguito a decesso o patologie invalidanti delle persone individuate nella norma, il diritto viene riconosciuto alle seguenti categorie:

  • Al coniuge convivente della persona alla quale è stato riconosciuto lo stato di handicap grave;
  • Al padre o alla madre della persona disabile, anche adottivi o affidatari, in caso di mancanza, decesso o presenza di patologie invalidanti del coniuge convivente;
  • Ad uno dei figli conviventi della persona disabile, in caso di mancanza, decesso o presenza di patologie invalidanti del coniuge, della madre e del padre;
  • Ad uno dei fratelli o sorelle conviventi della persona disabile, in caso di mancanza, decesso o presenza di patologie invalidanti delle altre persone aventi diritto;
  • Ad un parente o affine entro il 3° grado convivente con la persona disabile in situazione di gravità nel caso in cui siano mancanti, deceduti o presenti patologie invalidanti per il coniuge, i genitori, i fratelli e le sorelle.

Per quanto riguarda il concetto e requisito di “mancanza” , “patologie invalidanti” e “convivenza” si rimanda alla circolare n. 32 del 06/03/2012 che in breve di seguito si riporta:

  • “mancanza” : deve essere intesa non solo come assenza naturale e giuridica, ma deve comprendere anche altri provvedimenti giuridici quali : divorzio, separazione legale, abbandono.
  • “patologie invalidanti”: si fa riferimento soltanto a quelle a carattere permanente individuate dal Decreto Interministeriale n° 278 del 21/07/2000
  • “convivenza”: verrà verificato il requisito in base alla residenza anagrafica dichiarata dal disabile in situazione di handicap grave (D.P.R. n. 223/89).

La presentazione della domanda per il riconoscimento del congedo straordinario per handicap grave deve essere presentata telematicamente attraverso il sito INPS o attraverso l’assistenza degli enti di Patronato.

Riferimenti Circ.re 159 del 15/11/2013 – D. Lgs. n. 151/2001

Detrazione IRPEF Recupero Edilizio Per ricevere informazioni o per una Consulenza professionale sul congedo straordinario per handicap o in materia di Diritto del Lavoro contattateci con fiducia ai nostri recapiti. Un nostro responsabile sarà felice di assistervi; potete inviare una richiesta via mail

Apre Roma eroga servizi di consulenza e supporto per aziende e professionisti in ambito apertura nuova azienda, contabilità, paghe anche mediante elaborazione per conto terzi adempimenti, caaf, locazioni e cessioni immobiliari e commerciali, pratiche camerali, assistenza hccp, corsi di formazione, certificazioni, sicurezza sul lavoro

TAGS: congedo straordinario; handicap grave; INPS; congedo straordinario

Articoli Correlati (Per approfondire l’argomento):

  • DURC: chiarimenti sul documento unico di regolarità contributiva
    [a decorrere dal 1° luglio 2007, i benefici normativi e contributivi previsti dalla normativa in materia di lavoro e legislazione sociale sono subordinati al possesso, da parte dei datori di lavoro, del documento unico di regolarità contributiva (DURC)…]
  • Vale la pena chiedere finanziamenti a fondo perduto ?
    [La maggior parte dei bandi di finanziamento offrono contributi a fondo perduto, cioè somme di denaro stabilite in proporzione agli investimenti eseguiti. I contributi ottenuti vengono erogati a fronte di investimenti per lo sviluppo dell’azienda…]
  • Contratti a termine intervalli temporali minimi
    [Il Decreto del Lavoro n. 76/2013 e la successiva nota numero 5426 4/10/2013 del Ministero del Lavoro hanno precisato gli intervalli temporali minimi che devono essere rispettati quando viene riassunto un medesimo dipendente con contratti a termine…]

Inserisci commento